Chi siamo

Per trovare le origini del gruppo scout Genova 52, bisogna tornare alla Certosa del secondo dopo guerra: case sventrate e vuote, strade piene di montagne di detriti, famiglie che tiravano avanti a malapena.. ma piene di fiducia, di speranza per un futuro migliore.
I primi scout di Certosa, venuti a conoscenza dello scoutismo grazie ad un fumetto, si unirono al reparto di Rivarolo, che stava aprendo proprio in quel periodo.
Di questo piccolo nucleo faceva parte Renato Pesce che, insieme ad altri amici di Certosa, si rivolse al “commissario” Desiderio Muratore (scout storico, fece la promessa nel 1920!) per aprire un gruppo scout nell’ambito della parrocchia di S.Bartolomeo.
Così il 25 luglio 1945 nacque il Riparto Rivarolo IV, con due sq, volpi e castori, la camicia kaki, il cappellone ed il fazzolettone blu scuro con i bordi interni rossi.
Ai tempi, pochi giovani si avvicinavano allo scoutismo, considerato ancora un’attività d’élite, così nel 1956 il reparto del Rivarolo IV si unì al reparto del Rivarolo III, situato al Borghetto, per dar vita al vero Genova 52, con un nuovo fazzolettone: blu con bordo interno bianco.

Nel 1958 si formò il primo Clan e nel 1964, pur mantenendo la sede a Certosa, il reparto Nairobi incominciò a fare attività con il Genova 53, Sampierdarena, con un nuovo fazzolettone: blu barrato bianco.
Pochi anni dopo, nel 1968, si riuscì finalmente a ricostruire il Genova 52, con un nuovo fazzolettone, giallo bordato interno nero, iniziando l’attività del Clan La Piroga.

Nell’ottobre del 1973 le prime ragazze entrarono a far parte delle staff, precorrendo i tempi della fusione AGI ed ASCI, per la formazione dell’AGESCI.
È questo il periodo di massimo splendore del gruppo: il branco Seeonee, il branco Sambhur, il reparto Nairobi con ben 5 squadriglie, il clan La Piroga.

Dopo il ‘68 però il gruppo dovette appoggiarsi al Genova 51, Rivarolo, adottando il loro fazzolettone rosso con bordo verde.
Tuttavia, pochi anni più tardi, alcuni capi da Rivarolo incominciarono a prestare servizio a Certosa e si riuscì ad aprire il reparto maschile Nairobi, il noviziato e, nel 1983, il clan La Piroga ed un branco di lupette: finalmente, nel 1985, le unità presso la parrocchia S.Bartolomeo della Certosa costituirono nuovamente il Genova 52!

Il nuovo fazzolettone fu giallo, in ricordo del precedente gruppo, e si ornò dei bordi rosso e verde, in ricordo del Ge 51, che favorì la rinascita del gruppo.
Nel 1985 finalmente il gruppo tornò autonomo: branco femminile Fiore Rosso, branco maschile Seeonee, reparto femminile Emera, reparto maschile Nairobi ed il noviziato,clan,fuoco La Piroga, erano le sue unità.
Gli inizi degli anni ‘90 sono stati caratterizzati da un nuovo flusso di entrate e dall’unione dei due branchi e dei due reparti, per formare unità miste.

Il 9 Maggio 2015 davanti agli incaricati nazionali AIC la Comunità Capi ha aperto la colonia dando così la possibilità ai bambini del quartieri dai 5 ai 7 anni di partecipare all’esperienza dei castorini.

Oggi il gruppo è formato dalla colonia le Betulle, il branco Fiore Rosso, il reparto Nairobi, il noviziato, il clan la Piroga ed una bella e giovane Comunità Capi!

Dalla sua nascita, il Ge 52 ha vissuto una vita travagliata, che lo ha portato a ridimensionarsi, reinventarsi e ricostruirsi varie volte…oggi è più forte che mai!